Giornata Internazionale del perdono 2024

L’unica via d’uscita
Libera, guarisce, realizza 

4 – 5 maggio 2024 – Monastero San Magno, Fondi (LT)

La Giornata Internazionale del Perdono  (GIP) è un evento laico e indipendente che ha lo scopo di celebrare un nuovo senso e significato del perdono, inteso come abilità di vita che tocca la dimensione personale, relazionale e sociale, per una rinnovata umanità.

Promuove il dialogo tra personaggi del mondo della cultura, della scienza, delle arti e delle istituzioni. Il fine è la diffusione di una strategia evolutiva, fondata sui valori di cooperazione, responsabilità, interconnessione e consapevolezza, a servizio di un impegno pragmatico condiviso.

Visto il successo dell’edizione 2023, con oltre 400 persone in presenza e 1.200 in streaming, quest’anno l’evento si svolgerà in due giornate, per dedicare ancora più spazio ai laboratori esperienziali e per lasciar sedimentare i dialoghi e le testimonianze dei relatori.

Nella scorsa edizione abbiamo guardato alle ferite – fisiche, morali, psicologiche e sociali – che si trasformano in feritoie di luce. Quest’anno esploreremo i processi di perdono come via potente, quando tutto fallisce, per LIBERARE, GUARIRE, REALIZZARE. Realizzare nel senso di rendere reale una soluzione, un’opportunità di benessere, un futuro all’insegna dell’integrità.

In questo frangente storico pieno di conflitti individuali e sociali su scala mondiale, proponiamo il Perdono quale “unica via d’uscita” per far fronte alla crescente escalation di contrasti, rivendicazioni, contrapposizioni. Di etnia, genere, religione, confine.

Qualunque sfida può essere accolta, elaborata, valorizzata e trasformata, integrandola nel proprio vissuto. Anche un evento tragico può essere superato e generare un dono per la propria vita.

Programma della giornata GIP 

La Giornata Internazionale del Perdono in programma il 4-5 maggio 2024 creerà contesti di dialogo in forma di dibattito pubblico. Si svolgerà in presenza in collaborazione con la Fraternità Monastero San Magno, guidata da Don Francesco Fiorillo e in diretta streaming. L’evento prevede interventi, confronti e testimonianze sul tema del perdono come valore individuale e collettivo, laico ed universale.

Le due giornate vedranno un alternarsi di tavole rotonde, con relatori di prestigio, testimonianze di processi di perdono, ordinari e straordinari, e spazi di riflessione e sperimentazione in gruppi ristretti, ciascuno seguito da una guida. Anche i pasti saranno occasione di condivisione, grazie al servizio dei volontari che consentirà di organizzarli all’interno del Monastero.

Persone e associazioni, sedute allo stesso tavolo, porteranno esempi di processi di perdono, per affrontare una disabilità fisica, come un trauma psicologico o un atto criminale. Anticipiamo la presenza di Yolande Mukagasana, Bill Niada, Moni Ovadia, Agnese Moro, Luka Zotti ed Amara.

Alcuni ragazzi delle scuole superiori parteciperanno ad un concorso, i loro lavori verranno presentati durante l’evento. Pratiche guidate faranno immergere nell’esperienza del perdono. Una notte del perdono con artisti, musicisti ed ospiti internazionali concluderà la prima giornata.

Come sostenere questa giornata GIP 

Abbiamo bisogno anche del tuo contributo per realizzare questo evento. Sostieni la GIP 2024 con una donazione che verrà utilizzata per coprire le spese per i pasti, gli ospiti, gli artisti, etc.

Premi qui per donare: https://mylifedesign.org/dona-ora-gip/

Come partecipare alla Giornata

La partecipazione è gratuita, aperta a tutti. È necessaria l’iscrizione sia per chi seguirà in presenza che per chi sarà collegato da remoto.

Per partecipare alla giornata iscriviti seguendo questo link: premi qui.   

Per partecipare alla Notte del Perdono iscriviti seguendo questo link: premi qui.   

La Giornata Internazionale del Perdono  (GIP) è un evento laico e indipendente che ha lo scopo di celebrare un nuovo senso e significato del perdono, inteso come abilità di vita che tocca la dimensione personale, relazionale e sociale, per una rinnovata umanità.

Promuove il dialogo tra personaggi del mondo della cultura, della scienza, delle arti e delle istituzioni. Il fine è la diffusione di una strategia evolutiva, fondata sui valori di cooperazione, responsabilità, interconnessione e consapevolezza, a servizio di un impegno pragmatico condiviso.

Visto il successo dell’edizione 2023, con oltre 400 persone in presenza e 1.200 in streaming, quest’anno l’evento si svolgerà in due giornate, per dedicare ancora più spazio ai laboratori esperienziali e per lasciar sedimentare i dialoghi e le testimonianze dei relatori.

Nella scorsa edizione abbiamo guardato alle ferite – fisiche, morali, psicologiche e sociali – che si trasformano in feritoie di luce. Quest’anno esploreremo i processi di perdono come via potente, quando tutto fallisce, per LIBERARE, GUARIRE, REALIZZARE. Realizzare nel senso di rendere reale una soluzione, un’opportunità di benessere, un futuro all’insegna dell’integrità.

In questo frangente storico pieno di conflitti individuali e sociali su scala mondiale, proponiamo il Perdono quale “unica via d’uscita” per far fronte alla crescente escalation di contrasti, rivendicazioni, contrapposizioni. Di etnia, genere, religione, confine.

Qualunque sfida può essere accolta, elaborata, valorizzata e trasformata, integrandola nel proprio vissuto. Anche un evento tragico può essere superato e generare un dono per la propria vita.

Programma della giornata GIP 

La Giornata Internazionale del Perdono in programma il 4-5 maggio 2024 creerà contesti di dialogo in forma di dibattito pubblico. Si svolgerà in presenza in collaborazione con la Fraternità Monastero San Magno, guidata da Don Francesco Fiorillo e in diretta streaming. L’evento prevede interventi, confronti e testimonianze sul tema del perdono come valore individuale e collettivo, laico ed universale.

Le due giornate vedranno un alternarsi di tavole rotonde, con relatori di prestigio, testimonianze di processi di perdono, ordinari e straordinari, e spazi di riflessione e sperimentazione in gruppi ristretti, ciascuno seguito da una guida. Anche i pasti saranno occasione di condivisione, grazie al servizio dei volontari che consentirà di organizzarli all’interno del Monastero.

Persone e associazioni, sedute allo stesso tavolo, porteranno esempi di processi di perdono, per affrontare una disabilità fisica, come un trauma psicologico o un atto criminale. Persone e associazioni, sedute allo stesso tavolo, porteranno esempi di processi di perdono, per affrontare una disabilità fisica, come un trauma psicologico o un atto criminale. Anticipiamo la presenza di Yolande Mukagasana, Bill Niada, Moni Ovadia, Agnese Moro, Luka Zotti ed Amara.

Alcuni ragazzi delle scuole superiori parteciperanno ad un concorso, i loro lavori verranno presentati durante l’evento. Pratiche guidate faranno immergere nell’esperienza del perdono. Una notte del perdono con artisti, musicisti ed ospiti internazionali concluderà la prima giornata.

Come sostenere questa giornata GIP 

Abbiamo bisogno anche del tuo contributo per realizzare questo evento. Sostieni la GIP 2024 con una donazione che verrà utilizzata per coprire le spese per i pasti, gli ospiti, gli artisti, etc.

Premi qui per donare: https://mylifedesign.org/dona-ora-gip/

Come partecipare alla Giornata

La partecipazione è gratuita, aperta a tutti. È necessaria l’iscrizione sia per chi seguirà in presenza che per chi sarà collegato da remoto.

Per partecipare alla giornata iscriviti seguendo questo link: premi qui.   

Per partecipare alla Notte del Perdono iscriviti seguendo questo link: premi qui.   

SOSTIENI LA GIP 2024

Importo raccolto: € –

Sostenitori: n° –